CECI – Legume drenante.


Cicer arietinum

250px-Chickpea_podsIl nome deriva dal latino cicer. È noto che il cognome di Cicerone discendeva da un suo antenato che aveva una caratteristica verruca a forma di cece sul naso.

Il nome specifico arietinum si riferisce invece alla somiglianza che hanno i semi con il profilo della testa di un ariete.

cece

Il cece è una pianta erbacea della famiglia delle Fabaceae, ed è un legume, i semi di questa sono i ceci e vengono ampiamente usati nell’alimentazione umana e rappresentano un’ottima fonte proteica.

La pianta presenta fusto peloso con altezza variabile tra 20 e 50 cm. Le foglie sono opposte, composte da foglioline dentate; i fiori sono solitari ascellari, bianchi, rosei o rossi; i semi, contenuti in numero di 2-3 nei baccelli, sono commestibili. Le radici della pianta possono penetrare nel terreno fino a 2 metri, e questo le consente di sopravvivere con pochissima acqua.

Il cece coltivato deriva da forme selvatiche del genere Cicer, probabilmente da Cicer reticulatum. Le specie selvatiche si sono originate probabilmente in Turchia, mentre le prime testimonianze archeologiche della coltivazione del cece risalgono all’età del bronzo e sono state rinvenute in Iraq; i ceci si diffusero in tutto il mondo antico: antico Egitto, Grecia antica, Impero romano.

Unknown

Coltivazione 

I ceci, semi del Cicer arietinum (più scura e piccola, la varietà indiana e più chiara e grande, la varietà europea), sono tra i legumi più coltivati al mondo, è la terza leguminosa per produzione mondiale, dopo la soia e il fagiolo. La coltivazione avviene principalmente in India e Pakistan. In Italia la coltivazione non è molto diffusa a causa delle basse rese e della scarsa richiesta anche se sempre di più richiesto soprattutto di coltivazioni organiche e viene consumato principalmente in ricette delle regioni meridionali insieme con la pasta e in Liguria e Toscana, dove alcuni piatti tipici sono a base di ceci sono la farinata o cecina e la panissa.

I ceci drenano l’eccesso di liquidi

Come già detto questi legumi contengono molte proteine vegetali, il 22% circa, buone quantità di sali minerali, come potassio, calcio, fosforo, magnesio, manganese, ferro e zinco, vitamine del gruppo B, E, acido folico e betacarotene.

I ceci svolgono un’azione drenante e antiadipe, diversamente da altri legumi, i ceci sono più digeribili e non provocano gonfiore addominale, anche se ricordiamo che con l’ammollo, il risciacquo e la cottura con alga kombu annullano praticamente il disagio. Favoriscono inoltre la riduzione del colesterolo nel sangue.

Si possono consumare lessati e in insalata in umido, 2-3 volte a settimana al posto della carne, pesce e derivati del latte.

I ceci secchi e crudi apportano 316 kcal/100 g; secchi e bolliti 120 kcal; in scatola e scolati, 100 kcal.

Se vuoi ricevere una ricetta sull’argomento trattato iscriviti al blog e te la invieremo via mail.

 

 

1 Comment

  1. Pingback: CECI – Legume drenante. | La Cucina Verde

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...